Back to All Events

Festival di Fotografia: persuasivi esempi italiani

  • ArtPhotò di Tiziana Bonomo 9 Via Giambattista Bogino Torino, Piemonte, 10123 Italy (map)

Festival di Fotografia: persuasivi esempi italiani
ArtPhotò dialoga con Alberto Prina, Ivo Saglietti e altri autorevoli protagonisti
Spazio Spacenomore - via Bogino 9 (interno cortile)

Raccontare la fotografia, dare voce alla fotografia, far conoscere la fotografia, dare spazio alla fotografia attraverso alcuni significativi festival sono ancora, in Italia, tentativi per sensibilizzare su un linguaggio e una forma d’arte che stenta a diventare coscienza e conoscenza diffusa. Alberto Prina ci racconterà la sua fantastica esperienza di come è nato il Festival della Fotografia Etica di Lodi, appuntamento unico in Italia e ormai riconosciuto anche a livello internazionale. A contraddistinguerlo dagli altri festival una visione della fotografia come strumento di sensibilizzazione su tematiche sociali, antropologiche e ambientali, in grado di parlare alla gente con l’immediatezza tipica del linguaggio fotografico. Nell’incontro altri testimoni come il fotoreporter Ivo Saglietti e altri riconosciuti personaggi faranno da portavoce in un dibattito ricco di riflessioni e spunti per il futuro dei festival di fotografia in Italia.

ALBERTO PRINA
Alberto Prina è fotografo da sempre e da cinque anni coordina con Aldo Mendichi il Festival della Fotografia Etica di Lodi, una manifestazione a pochi chilometri da Milano che attira sempre di più non solo gli operatori del settore ma anche un pubblico di studenti, di fotoamatori e di tante persone interessate dai temi proposti nelle diverse esposizioni. Insegna costantemente fotografia.

IVO SAGLIETTI
Inizia la propria attività a Torino come cineoperatore. Nel 1978 incomincia ad occuparsi di fotografia e si trasferisce a Parigi. Da qui i primi viaggi come reporter-photographe, dapprima con agenzie francesi, in seguito per conto di agenzie americane e per magazines internazionali, per i quali "copre" in assignement situazioni di crisi e di conflitto in America Latina, Medio Oriente, Africa e Balcani. Realizza diversi servizi di reportage in Salvador, Nicaragua, Cuba, Lebanon, Palestine, Chile, Haiti, Uganda, Benin, Tanzania, Kosovo e in Europa. Nel 2000 diventa membro associato dell’agenzia tedesca Zeitenspiegel Agentur in Germania e Prospekt Fotografi dal 2005 a Milano. Ha vinto diversi premi tra cui il World Press Photo nel 2011 “Potocari, Bosnia and Erzegovina” – 3° Premio per il “Contemporary Issues Single”, nel1999 “Kosovo War” - Menzione d’onore nella sezione “General News Stories”, nel 1991, “Epidemia di colera in Perù”, - 1° Premio nella categoria “Daily Life Stories” e il Premio Chatwin 2010 Premio Speciale “L’occhio assoluto”